Nuova location consigliata per investimento in case di cura o RSA

Socinvest UK Notizie

La domanda per Residenze Sanitarie Assistenziali (RSA) e case di cura nell’area di Teeside e nel Nord Est dell’Inghilterra, come per il resto del Regno Unito, è destinata a crescere. Ciò è dovuto ad una popolazione sempre più anziana e a livelli crescenti di persone affette da demenza senile.

Si prevede che la popolazione della città di Stockton-on-Tees aumenterà da 194.803 a 211.005 nel 2039, principalmente a causa dell’incremento degli ultra 65enni (Figura 1). Secondo i dati del Stockton-on-Tees Borough Council, la popolazione in tale fascia di età continuerà a crescere nei prossimi 25 anni del 54%.

L’Alzheimer’s Society stima che ci sono attualmente circa 30.000 persone che convivono con la demenza senile nel Nord Est dell’Inghilterra e che questo numero aumenterà di un quarto salendo a poco più di 40.000 nel 2021.

Questa traiettoria ascendente è destinata a salire con l’invecchiamento della popolazione, aumentando notevolmente il numero di persone con qualche forma di demenza nei decenni a venire.

grafico poblacion anziana regno unito

Figura 1.

Questo insieme di fattori combinati sta già mettendo una maggiore pressione sui servizi sanitari e sociali locali, generando ulteriore domanda per nuove, sostenibili, residenze sanitarie assistite di alta qualità.

L’urgente esigenza di una maggiore assistenza sanitaria di qualità è stata evidenziata dall’ente caritatevole Independent Age. In una relazione basata sulle ispezioni da parte della Care Quality Commission, viene rilevato che il 18,3% delle RSA nel nord-est sono state valutate quali ‘Inadeguate’ o che ‘Richiedono un miglioramento’. Questa cifra sale a più di un terzo – 34% – nell’area di Stockton-on-Tees.
Nell’inchiesta Family and Childcare Trust’s 2017 Older People’s Care, solo il 56% degli intervistati professionisti del servizio sanitario pubblico nel Nord Est ha indicato che il settore dell’assistenza sanitaria sarà in grado di soddisfare la crescente domanda attuale.

COME FUNZIONANO GLI INVESTIMENTI IN CASE DI CURA

Alla luce delle informazioni sopraindicate, i gestori di case di cura e collaboratori di SOCINVEST hanno valutato attentamente la zona ed hanno individuato un’opportunità di investimento sicura, lucrativa ed imperdibile. Pertanto stanno acquistando una casa di cura non performante nella zona individuata, con l’intento di incrementare il tasso di occupazione della medesima fino a superare quello medio del settore (c.a. 90%), aumentando conseguentemente l’offerta di case di cura ed assistendo a sopperire alle scarsità di servizi sanitari assistenziali nella zona. La casa di cura è già operativa ed i fondi degli acquirenti che acquistano singole camere verranno utilizzati sia per implementare efficienze operative grazie alle economie di scala di cui dispone l’operatore, sia per apportare miglioramenti strutturali, ove fosse necessario, fornendo un servizio superiore e migliorando la qualità della vita per i residenti.

In cambio di questo finanziamento a tassi inferiori rispetto a quelli offerti dalle banche, la società venditrice offre agli acquirenti un affitto annuo fisso e la possibilità di rivendere la camera tramite un’opzione di rivendita alla società venditrice ad un prezzo superiore a quello d’acquisto e fissato al momento della compravendita. Si tratta di un investimento turn-key (chiavi in mano), il che significa che, oltre alla firma sui contratti d’acquisto ed all’effettuare la dichiarazione dei redditi ogni anno, l’acquirente di una camera non dovrà far altro che fornire i dati bancari dove desidera ricevere il pagamento degli affitti, giacché tutte le spese di gestione sono a carico della società di gestione; quest’ultima è altamente specializzata nella gestione di case di cura avendo ben 15 strutture nel proprio portfolio e può, quindi, assicurare un’assistenza sanitaria di qualità ed elevati tassi di occupazione a lungo termine.

L’ULTIMO INVESTIMENTO IMMOBILIARE ALL’ESTERO PER IL 2018 DI SOCINVEST

Questo investimento immobiliare all’estero offre una rendita assicurata annua con plusvalenza assicurata che potrà rendere ad acquirenti fino al 260% di rendimento rispetto al capitale investito in 25 anni*. Ciononostante, se i nostri clienti volessero uscire dall’investimento molto prima, SOCINVEST ha negoziato esclusivamente per i propri clienti un’opzione di rivendita dopo 6 anni dall’acquisto al 105% del prezzo, che darà ai nostri investitori una incredibile rendita del 9%* all’anno in tempi molto più brevi.

Essendo dicembre, questo sarà l’ultimo degli investimenti in case di cura dove investire nel 2018 e SOCINVEST pensa sia un ottimo momento per acquistare nel Regno Unito, prima che si risolvi l’incertezza della BREXIT e la sterlina torni a rivalutarsi. Il 10 dicembre 2018 il cambio sterlina/euro ha raggiunto quota 1.10, il valore più basso negli ultimi 20 mesi, ma in questo momento di incertezza è difficile prevedere cosa succederà con la BREXIT e se la sterlina si svaluterà ulteriormente. È opinione di SOCINVEST che la BREXIT rappresenta un’opportunità piuttosto che un rischio e, come disse il famoso imprenditore ed economista Warren Buffet, “occorre diffidare quando gli altri sono avidi ed essere avidi quando gli altri diffidano”.

Per ulteriori informazioni, date un’occhiata alla pagina del progetto Casa di Cura Tulip Park oppure contattateci direttamente. Qualora abbiate trovato questo articolo interessante, iscrivetevi alla newsletter SOCINVEST. Buona lettura e buon investimento immobiliare.

*Al lordo delle spese d’acquisto e delle imposte, ipotizzando che l’acquirente eserciti l’opzione di rivendita. Suggeriamo ai clienti di rivolgersi a professionisti per consigli legali, contabili e finanziari.

Vuoi Maggiori Informazioni sugli Investimenti Esteri ad Alto Rendimento ?

Consenso al trattamento dei dati personali